La vita inizia a…


… può una vita ricominciare alla mia età?

Non sarà presuntuoso credere di poter rimettere indietro le lancette del tempo?

Ci provo con grande entusiasmo.

Ci credo, e mi faccio tanti auguri di buona riuscita!

protezione incivile


“benedizione-messa-fiaccolata-rinfresco”, organizzazione a carico del Comune, domanda: qual è l’evento di protezione civile per il quale sono state impegnate queste risorse? e per il quale mi viene richiesta l’autorizzazione all’uso dei mezzi del DRPC assegnati? almeno a scopo strategico, si poteva inserire nel programma della giornata un’esercitazione, o magari studiare un piano di assistenza ai milioni di persone che arriveranno… a prescindere dalle mie valutazioni da cittadino, non mi pare si possano trovare estremi per autorizzazioniinvito Monterosso

Accertamento fiscale!!!


Oggi ho ricevuto, non senza una certa preoccupazione, una raccomandata A/R dell’Agenzia delle Entrate, contenente un rilievo a mio carico.

Lo Stato ha impiegato uomini e mezzi per fare un accertamento fiscale sui miei redditi (ed è la seconda volta) e ha trovato una irregolarità nei miei redditi 2010, tale da farmi una multa di 84 euro, che con interessi è già nata ragazza: 115 euro.

Ho portato la nota al mio consulente, che provvederà (immagino, come la volta scorsa, un decennio fa) a produrre la documentazione liberatoria.

Ma il vero giramento di coglioni è il pensiero che (per i lettori che non lo sapessero) io vivo di stipendio e ho la casa di proprietà. Nessun altro reddito. Le mie tasse vengono prelevate dalla busta paga (infatti sono sempre a credito, perchè prendono più di quel che dovrebbero).

Pertanto, l’accertamento a mio carico può riguardare soltanto la detraibilità delle spese sanitarie o le tasse scolastiche dei miei figli.

Ora, vi pare che lo Stato debba impiegare uomini e mezzi per dare la caccia alle mie spese sanitarie?

Non c’è nulla di meglio e più efficace per le finanze italiane? Con i telegiornali che corrono?

Un vaffanculo mi sembra poco…

scienza e arte


“In questo sta la differenza tra scienza e arte: gli scienziati mirano a spiegare la struttura profonda delle cose, mentre gli artisti cercano di dare a quelle stesse cose valore e significato” (Tony Cragg, scultore)

Posso non essere d’accordo?

Sembra quasi che gli scienziati facciano cose inutili (‘senza valore e significato’ è una bruttissima attribuzione per delle attività intellettive).

Un bel quadro, un ottimo pezzo di musica, una scultura, non si possono apprezzare se schiatti per un tumore o resti sotto le macerie di un terremoto.

La scienza vista quindi come attività utilitaristica ‘senza valore’ oppure prioritaria per la vita umana?

qualche concetto elementare a un credente


Partiamo da zero. Immagine

Due persone. tacciono. vivono normalmente. poi succedono degli eventi, il fuoco, internet, la figa, quello che vuoi.
Uno dice: il fuoco è il fenomeno luminoso associato alla combustione. senza combustibile non si ha fuoco. questi sono gli esperimenti, questi sono i risultati.
L’altro dice: il fuoco ce l’ha dato dio. devi dredere nel dio fuoco, oppure nel dio che ci dà il fuoco, oppure il dio che si fa fuoco per noi.

Ora per favore smetti di fare il saputello coi tuoi bignami di filosofia del cazzo e dimmi UN SOLO MOTIVO per cui io dovrei non tanto “credere in dio” (cosa esclusa a priori per me), ma accettare questa forma mentale, ossia l’abbandono della ragione per la fede.

Quale comportamento è fonte di progresso: la ricerca delle cause e delle dinamiche che regolano il fuoco, o l’adorazione cieca e passiva di esso?

Venite qui a fare i pottoni e a sparare sentenze prive di significato quando il confonto qui è chiarissimo: tu “credi” io no, io voglio conoscere le cose e non mi invento divinità per ciò che non so, tu fai il contrario.

E, dettaglio non trascurabile, fate finta di non vedere cosa succede ogni giorno nel mondo a causa di questa maledetta fede, quali violenze, quali giochi di potere, quali mostruosità sociali essa inneschi.

Punto. Basta. non è complicato. Voi provate a metterla sul complicato perché riempiendovi la bocca di fuffa pensate di essere meno ridicoli. ti comunico ufficialmente che è l’esatto opposto.

 

(scritto da Alberto su Atei Italiani)

Poche parole


Scrivo poco perchè non ho nulla da scrivere.
Mi sono stancato degli Italiani, delle loro teste di cazzo e di quelle di chi li governa.
Siamo un popolo di merda, tra i peggiori che una civiltà (?) possa esprimere.
Sono stanco di tutto e non scrivo nulla.
Lo schifo mi sovrasta.
Mi faccio i cazzi miei.
Arrangiatevi.

VOI…


Voi,
i cristiani,
gli ebrei,
i musulmani,
i buddisti,
gli induisti,
gli scintoisti,
gli avventisti,
i testimoni di questo e di quello,
i satanisti,
i guru,
i maghi,
le streghe,
i santoni,
quelli che tagliano la pelle del pistolino ai bambini,
quelli che cuciono la passerina alle bambine,
quelli che pregano ginocchioni,
quelli che pregano a quattro zampe,
quelli che pregano con una gamba sola,
quelli che non mangiano questo e quello,
quelli che si segnano con la destra,
quelli che si segnano con la sinistra,
quelli che si votano al diavolo perché delusi da dio,
quelli che pregano per far piovere,
quelli che pregano per vincere al lotto,
quelli che pregano perché non sia aids,
quelli che si cibano del loro dio fatto a rondelle,
quelli che non pisciano mai controvento,
quelli che fanno l’elemosina per guadagnarsi il cielo,
quelli che lapidano il capro espiatorio,
quelli che sgozzano le pecore,
quelli che sperano di sopravvivere nei loro figli,
quelli che sperano di sopravvivere nelle loro opere,
quelli che non vogliono discendere dalla scimmia,
quelli che benedicono gli eserciti,
quelli che benedicono le battute di caccia,
quelli che cominceranno a vivere dopo la morte:
tutti voi che non potete vivere senza un papà natale
e senza un padre castigatore,
tutti voi che non potete sopportare di non essere altro
che dei vermi di terra con un cervello,
tutti voi che vi siete fabbricati un dio perfetto e buono
tanto stupido, tanto meschino, tanto sanguinario, tanto geloso,
tanto avido di lodi quanto il più stupido, il più meschino,
il più sanguinario, il più geloso, il più avido di lodi tra voi,
voi, oh, voi tutti: non rompeteci i coglioni!
Fate i vostri salamelecchi nel segreto della vostra capanna,
chiudete bene la porta e soprattutto non corrompete i nostri ragazzi.