Fuoristrada e cretini


Premetto che quanto scrivo non è frutto assolutamente di considerazioni politiche di parte (sebbene la mia parte sia ovviamente molto a sinistra).

La stupidità tuttavia non è a destra o a sinistra.

Evidentemente il partito dei cretini è trasversale a governo e opposizione (con relativo elettorato).


Detto ciò, vorrei fare qualche elementare considerazione sulla pressante ipotesi di introdurre una sorta di soprattassa per i proprietari di fuoristrada e SUV (se prima o poi qualcuno si decide a definirli, visto che legalmente risultano essere veicoli indistinti, e una distinzione tecnica è facile per alcuni ma non per tutti).



Prima di colpire indiscriminatamente una bella fetta di popolazione, il ministro Pecoraro dovrebbe fornire dati obiettivi che dimostrino la reale incidenza di consumo e inquinamento del totale immatricolato (SUV e 4×4), rispetto a camion, camper, parco auto (pre-euro4), furgoni, autobus, ecc. per non parlare di altre fonti DETERMINANTI di inquinamento, ossia le industrie.



Proviamo a pensare a cosa esce dal tubo di scarico di un camion che viaggia mediamente 8 ore al giorno, moltiplichiamolo per i camion immatricolati (più quelli circolanti esteri) e paragoniamolo al totale percentuale delle immatricolazioni SUV rispetto al resto dei mezzi circolanti.



E poi perchè mai un limite di cilindrata deve fissarsi a 3000 e non 2500 o 1800?
E perchè il diametro delle ruote 73 e non 65 o 81 cm?

In base a quali dati oggettivi CERTI si sparano cilindrate, modelli, dimensioni?

Esiste una commissione scientifica che studia il problema?



I SUV sono circa il 5% di parco auto (molti euro3 e 4) rispetto al restante 95%…

Ne vale proprio la pena?


Va bene, da qualche parte bisogna iniziare, viene detto.
Ma perchè non far valere delle priorità e attaccare da una cosa molto secondaria?



Non sarebbe più meritevole che un ministro si impegnasse per esempio nel trasporto via mare o su rotaia delle merci, lasciando fermi i camion? o magari ci fornisse un incentivo VERO e sicuro per inserire il gpl per tutti?

Quanto inciderebbe sull’inquinamento togliere dalle autostrade una percentuale di camion uguale a quella dei SUV e metterla sui treni o sulle navi?


Lo sa Pecoraro che in molti paesi le auto viaggiano a etanolo, ad alcool? con benefici anche per le politiche agricole occupazionali…



Abbiamo dati PRECISI che indicano quanto l’inquinamento atmosferico sia dovuto agli scarichi delle auto, e quanto agli scarichi industriali?

Che facciamo, tassiamo i SUV ma respiriamo le ciminiere in periferia?



Il populismo trasversale, non viene certo alimentato con dati, tabelle, informazioni tecniche, pertanto secondo logica rimane una (purtroppo produttiva) stimolazione per chi vede nel SUV un simbolo di qualcos’altro…


Pensiamo piuttosto a quanti potranno permettersi auto da 50.000 euro pagando anche un superbollo senza minimamente preoccuparsene (del superbollo e dell’inquinamento).

Tutto ciò ha un sapore vagamente liberticida.



Infine, pensiamo che un danno economico indiscriminato senza un REALE supporto scientifico, equivale allo scarso rendimento di una persona MOLTO BEN REMUNERATA, che in una qualsiasi azienda privata, per il tipo di iniziativa presa in relazione al risultato che si otterrà, verrebbe licenziata SUBITO.